25 Ottobre 2020

Piazza Dem: amministrative Castrovillari

Ieri sera, abbiamo valutato e decodificato il messaggio della manifestazione della destra leghista regionale, segnando il tentativo di plagiare l’elettorato cittadino con una notevole dose di ipocrisia contenuta negli interventi dei tanti onorevoli giunti da lontano ma sicuramente tutti figli e padri dei tanti “NO a Castrovillari”.
Chiara la conferma che la trappola che noi abbiamo immaginato e pubblicamente offerto al confronto interno al PD ed alla coalizione, è innescata, la necessità di conquistare Castrovillari utilizzando ogni mezzo.
Piazza Dem vuole fare insieme a voi, tramite i social e le testate che ci ospiteranno una riflessione politicamente, forte nei contenuti, coraggiosa nella esposizione e densa di difesa della appartenenza democratica.
Abbiamo negli ultimi anni, in particolare nei mesi del 2020, assistito, nella vita politica cittadina, alla crescita di rappresentanti del centro destra regionale che, politicamente, si sono cibati della presenza dei loro riferimenti nel governo uscente e della gestione delle politiche amministrative cittadine, alla conquista facile anche dell’elettorato democratico da parte di candidati alle ultime regionali, che hanno incassato tanto consenso trasversale, che oggi li mette, da vincitori, nella condizione di tentare, con tanto machiavellismo, di plagiare l’elettorato cittadino con promesse e false rappresentazioni della realtà politica.
In sintesi, tentano di farci pagare il “non esserci difeso il nostro” ieri, che, oggi, ci costringe alla chiamata alle armi della politica.
Ieri sera è venuta fuori, non da parte delle liste o dei candidati, tutti rispettabili, ma da parte dei nuovi padroni della regione e del territorio, la vera faccia, i veri obiettivi, conquistare, una città strategica ed importante, come Castrovillari per collegarla al progetto nazionale della destra leghista, interrompendo il progetto avviato a guida Lo Polito in nome dei democratici e progressisti cittadini.
E’ chiaro anche che si sta preparando un progetto che metterà, ancora di più, all’angolo Castrovillari, per rendere univoca la voce del potere, sbarazzandosi dell’avversario riferimento forte cittadino.
Non sarà molto facile, ma, la trappola va disinnescata subito, sapendo che la destra al governo, Castrovillari la ha provata per dieci anni e i cittadini sapranno dare, con l’arma del voto, il giudizio anche sui danni fatti all’epoca.
Piazza Dem aveva intuito ed anticipato da tempo il pericolo, e, rinviando responsabilmente, l’opportuno confronto tutto interno al Partito Democratico a dopo la riconquista del Municipio di Castrovillari, ora, riteniamo sia necessario urlare con forza l’appello alla unità dei democratici e progressisti, per battere la destra della Santelli e di questo governo regionale a trazione leghista. Piazza Dem, continua, con coerenza, a chiedere alla nostra coalizione di centro sinistra di mettere in campo ogni risorsa politica disponibile capace anche di facilitare ed avviare sin da subito un confronto, in parallelo alla campagna elettorale, con il movimento 5stelle e con le forze civiche progressiste portatrici del messaggio green new deal, per andare uniti al secondo turno, a difesa della Città, per battere questa destra populista.
Castrovillari Democratica non può consentire che, la trappola innescata sapientemente prima, scatti ora, è arrivato il momento di alzare il livello della Politica, senza se e senza ma, ne va del futuro della Città.

Castrovillari, 05 settembre 2020
Per il Direttivo di Piazza Dem castrovillari
Pasquale Saladino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *