25 Ottobre 2020

CENTRO DESTRA, IL PROGRAMMA ELETTORALE

Obiettivi e proposte per diversi settori

CENTRO DESTRA, IL PROGRAMMA ELETTORALE

Valorizzazione delle risorse, miglioramenti dei servizi, inclusione, intercettazione di fondi regionali ed europei.

Castrovillari, 27 agosto 2020.

Valorizzazione delle risorse presenti in tutto il territorio di Castrovillari e miglioramento dei servizi offerti al cittadino, con conseguente ricaduta positiva sulla qualità della vita e azioni mirate a favorire uno sviluppo sostenibile e virtuoso: questo l’obiettivo principale della coalizione di centro destra che ha programmato una serie di azioni da mettere in campo in diversi settori. Inoltre, considerata la situazione finanziaria ed economica del Comune, la coalizione mira all’intercettazione costante di opportunità di finanziamento a livello sovracomunale, soprattutto regionale ed europeo, anche attraverso la costituzione di partenariati istituzionali con competenze nell’ambito dell’ europrogettazione e della ricerca universitaria.
Quello della coalizione di centro destra è un progetto politico inclusivo che vuole tenere in debita considerazione anche l’esperienza di quanti, in passato, con competenza e onestà, hanno contribuito alla crescita della città.
Obiettivi e proposte, per quanto riguarda l’organizzazione amministrativa, sono: maggiore informatizzazione della macchina amministrativa ed efficienza della macchina comunale; razionalizzazione delle spese di gestione dell’Ente; censimento e valorizzazione del patrimonio immobiliare. Per quanto riguarda mobilità e arredo urbano: revisione del trasporto urbano, anche in relazione ad una visione di evoluzione economica e turistica della Città, con particolare riguardo a mezzi ecologici e tratti pedociclabili, puntando sull’innovazione dei servizi e sulla promozione di una mobilità urbana più sostenibile e a basso impatto ambientale; miglioramento dei collegamenti con i nuovi punti di accesso all’alta velocità; trasporto extraurbano sinergico e in collaborazione con altri comuni; ottimizzazione della pubblica illuminazione; abbattimento delle barriere architettoniche; miglioramento della viabilità e del manto stradale, anche attraverso la verifica di fattibilità di sperimentali progetti green con materiale riciclato, un’alternativa sostenibile all’asfalto per la salvaguardia dell’ambiente e potenziale occasione di sviluppo socio-economico; manutenzione ordinaria e straordinaria delle aree verdi e delle aree pedonali con promozione di buone pratiche civiche per restituire alla città il giusto decoro e la riorganizzazione dell’area cimiteriale. Per quanto riguarda l’economia turistica: collaborazione e concertazione con i comuni limitrofi per la promozione di un’offerta turistica comune da valorizzare anche tramite tavoli di lavoro, dove individuare eventuali “comuni capofila” per argomenti specifici, in funzione della peculiarità dell’offerta turistica di ogni singolo Ente; calendarizzazione degli eventi e delle offerte per evitare sovrapposizioni di manifestazioni; reperimento di finanziamenti strutturali; ideazione di progetti che valorizzino i quartieri storici e il corso naturale del fiume Coscile, di itinerari naturalistici/archeologici che valorizzino il centro come le zone periferiche; valorizzazione di eventi culturali già consolidati; stretta collaborazione con il Parco Nazionale del Pollino per creare un network di associazioni e istituire un luogo idoneo di confronto, massimizzando l’opportunità della ciclovia dei parchi e promuovendo cammini religiosi romano-bizantini nonché cammini enogastronomici locali. Per quanto riguarda la cultura e l’istruzione: l’istituzione di un osservatorio cittadino per la cultura attraverso il coinvolgimento di tutte le organizzazioni del terzo settore, della Diocesi di Cassano all’Jonio, del mondo della scuola e delle università, per pianificare in maniera sinergica la promozione delle identità culturali della città, realizzando una programmazione culturale di prestigio da collegare alla valorizzazione dei luoghi simbolo della Città e del suo patrimonio per una rinascita socio-culturale e turistica; promozione e rinnovo della Biblioteca Comunale e dell’Archivio di Stato; fruibilità di tutti i luoghi di interesse culturale e turistico. Altro obiettivo fondamentale è la gestione virtuosa dei rifiuti, anche attraverso il riutilizzo dei materiali e una concreta diminuzione dei costi per i cittadini. Una gestione corretta della filiera creerà nuove occasioni occupazionali e sviluppo economico. Tutto ciò attraverso il già avviato sistema di raccolta differenziata, il riutilizzo dei proventi della rivendita dei materiali di recupero ed altri strumenti virtuosi. Si punta anche alla premialità per cittadini ed aziende che adotteranno comportamenti e buone pratiche di salvaguardia ambientale, prevenendo e combattendo, altresì, il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti e all’assistenza del cittadino attraverso il ripristino di uno sportello informativo nel centro della città, onde evitare gli odierni e disagevoli spostamenti degli utenti presso l’isola ecologica nella zona PIP. La nuova amministrazione si impegnerà, con la necessaria interlocuzione con la Regione Calabria, per migliorare il funzionamento dell’ ATO di riferimento e dell’ ARO Pollino, ad oggi assolutamente deludenti. L’acqua come bene comune sarà obiettivo primario della nuova formazione amministrativa, sia in termini di eliminazione dei disservizi dovuti alla carenza in alcune zone del territorio (in particolare zona nord, vigne), sia in termini di tutela delle nostre sorgenti, oltre che di riorganizzazione del servizio. La necessaria attenzione sarà riservata anche al fenomeno del randagismo, per una migliore tutela degli amici a quattro zampe non solo attraverso la gestione del canile comunale, ma migliorando le sinergie con le associazioni animaliste. Per quanto riguarda i servizi sociali: attenzione alle fasce più disagiate; coordinamento e potenziamento dei servizi agli anziani, ai diversamente abili, alle categorie svantaggiate, favorendo la sinergia tra la rete dell’assistenza domiciliare, il mondo del volontariato e dell’associazionismo e i centri socio-culturali, utilizzando la struttura territoriale Coospo, superando le criticità di funzionamento registrate negli ultimi anni; potenziamento del sostegno al vasto mondo del volontariato e dell’associazionismo, realizzando, anche con economie di bilancio, spazi ludico-ricreativi; attenzione alle minoranze linguistiche, incentivando occasioni di integrazione e scambio culturale. In relazione alle attività produttive: valorizzazione del distretto agro-alimentare con politiche a sostegno dei piccoli imprenditori agricoli, nonché degli insediamenti agroindustriali, ai fini di aumentare considerevolmente l’indice di commercializzazione; promozione e tutela della produzione di eccellenze tipiche del territorio, anche attraverso l’incentivazione di reti d’impresa, favorendo la formazione di filiere agroalimentari e distretti del cibo; valorizzazione dell’ex zona ASI e dell’area PIP; riavvio della formazione giovanile nel settore dell’artigianato, incentivando investimenti e sburocratizzando il rapporto con l’Amministrazione; promozione protocolli d’intesa con associazioni di categoria atti a recepire istanze e proposte delle aziende, onde migliorare la produttività delle stesse; supporto all’imprenditoria giovanile, incentivando il co-working, le aggregazioni di start-up e la promozione di eventi formativi. Rispetto a sport e tempo libero: sostegno alle realtà sportive e ricreative già operanti sul territorio e offerta di ulteriori spazi, aprendo le porte delle strutture comunali; interventi di manutenzione straordinaria sulle strutture comunali fatiscenti; sostegno alle associazioni sportive coinvolgendole nella custodia e conservazione degli impianti; incentivazione della collaborazione con strutture sportive private al fine di fornire una più ampia offerta alla città. Per quanto riguarda la sanità la futura amministrazione si impegna a rivendicare presso gli enti responsabili la necessità che il nosocomio cittadino riacquisti le capacità strutturali per tutelare la salute dei nostri cittadini. Sarà determinante, per il raggiungimento di questo obiettivo, il dialogo continuo con la dirigenza dell’ASP Provinciale.

Ufficio Stampa Candidato Sindaco Lamensa
R. D. mobile 346.5756108
F. T. mobile 347.1717027

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *