23 Luglio 2024

Civita: il resoconto del consiglio comunale

0

Il consiglio comunale di Civita dice no al 5G
Approvati nella stessa seduta il Rendiconto 2019, il Regolamento dell’Economato e dello Sportello unico per l’edilizia (SUE) e la convenzione con il consorzio di Bonifica per la manutenzione e gestione dell’acquedotto rurale “Vascello”

In meno di un’ora il consiglio comunale di Civita approva ben sette punti posti all’odg, di cui cinque all’unanimità. Il civico consesso del borgo italo albanese, mercoledì sera, nel corso della seduta di consiglio comunale convocata, in sessione ordinaria, dal presidente del consiglio comunale, Antonluca De Salvo, ha approvato, all’unanimità, la “moratoria per la sperimentazione della tecnologia 5G su tutto il territorio comunale e il monitoraggio ambientale per la tutela della salute pubblica”. Nella stessa seduta sono stati approvati, tra gli altri, il rendiconto 2019, il regolamento dell’economato e dello sportello unico per l’edilizia e la convenzione da sottoscrivere con il consorzio di Bonifica per la manutenzione e la gestione dell’acquedotto rurale “Vascello”. In apertura di seduta, il primo cittadino, Alessandro Tocci, ha proposto di effettuare un minuto di raccoglimento in ricordo di tutte vittime del Covid e di alcun cittadini di Civita, scomparsi prematuramente. Subito dopo si è dato avvio ai lavori del consiglio con tutti i consiglieri presenti. Dopo aver approvato, all’unanimità, i verbali della seduta precedente, il consiglio ha approvato il rendiconto 2019. L’approvazione è avvenuta con otto voti favorevoli, quelli dei consiglieri di maggioranza, e tre astensioni,quelle dei componenti la minoranza. Il punto, introdotto dal sindaco Tocci, ha registrato gli interventi dei consiglieri di minoranza, Maria Pirrone ed Eliana Bruno, del vice sindaco Vincenzo Mastrota e del presidente del consiglio, Antonluca De Salvo. Anche il terzo punto, quello riguardante il nuovo regolamento per il servizio di economato, è stato approvato con i voti della maggioranza e l’astensione della minoranza. Il quarto punto riguardante il regolamento per il funzionamento dell’isola ecologica comunale, a conclusione del dibattito che ha registrato gli interventi sia dei consiglieri di maggioranza e sia di quelli di minoranza, è stato approvato all’unanimità, cosi come è stato approvato all’unanimità il regolamento di organizzazione e funzionamento dello sportello unico per l’edilizia (Sue). Il sesto punto “moratoria per la sperimentazione della tecnologia 5G su tutto il territorio comunale e del monitoraggio ambientale per la tutela della salute pubblica”, introdotto dalla consigliere di minoranza, Maria Pirrone, è stato approvato all’unanimità. Nel corso del partecipato dibattito la consigliera di maggioranza Rossella Iuele ha sottolineato che, stante a quanto contenuto nel recente “Decreto Semplificazione”, i sindaci non potranno introdurre limitazioni al 5G sul loro territorio. La seduta si è chiusa con l’approvazione, all’unanimità, della convenzione tra il comune di Civita e il consorzio di Bonifica Integrale dei Bacini settentrionali del Cosentino per la manutenzione e gestione dell’acquedotto rurale “Vascello”. Il punto è stato introdotto dal consigliere Antonio Vavolizza.

Civita, lì 30 luglio 2020

Ufficio Comunicazione
Comune di Civita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may have missed

ARTICOLO VENTUNO DI CASSANO ALL’IONIO, SOSTENIAMO LE ECCELLENZE CASSANESI.Sono ormai all’ordine del giorno le soddisfazioni ed i meriti che inostri ragazzi ottengono in giro per l’Italia.Cassano è orgogliosa dei suoi giovani figli che contribuiscono a darelustro alla nostra splendida comunità.Passione, dedizione e grande impegno fanno da sfondo ai risultatiraggiunti.D’altro canto, non possiamo ignorare i sacrifici economici (e non)delle famiglie.Siamo consapevoli che i supporti ed i contributi degli Enti preposti sonodavvero minimi e le difficoltà e le fatiche di giorno in giorno sono sempremaggiori e talvolta insostenibili.Pertanto, ArticoloVENTUNO propone che l’AmministrazioneComunale si faccia carico, attraverso un bando, dell’erogazionedi borse di studio a favore dei giovani di tutto il territorio diCassano, con lo scopo di valorizzare e sostenere il profitto scolasticodegli studenti meritevoli, nonché per incoraggiare la prosecuzione aglistudi ed il raggiungimento di sempre più approfondite opportunitàprofessionali e culturali .Dunque, meno benemerenze, targhe ed intitolazioni.Noi siamo per un supporto fattivo verso chi ha fame di cultura , perchésarebbe un modo per invertire il senso ed elevare le menti.La Cassano per bene ha fame di cultura vera e non può accontentarsidelle strisce bianche sull’asfalto fatte passare come un eventostraordinario!Piuttosto, si premii la cultura del merito.È necessario che la politica locale si unisca con noi su taleargomento per difendere e sostenere l’eccellenza Cassanese.Diamo ai nostri giovani l’opportunità ed il giusto appoggio per formarsi emettersi in gioco.Per i ragazzi e con i ragazzi!Cassano All’Ionio, 19/07/2024Associazione politico-culturale ArticoloVENTUNO.