26 Ottobre 2020

Il Popolo della Famiglia sulla Sanità pubblica

Più i mesi passano e maggiormente si avvertono le responsabilità delle Istituzioni nella pessima gestione della Sanità pubblica, soprattutto dopo la catastrofe legata al Covid 19 ! Ciò che preoccupa in modo precipuo è il tentativo di depauperare e svilire il Sistema sanitario pubblico per ingigantire quello privato che, ormai, nella nostra Regione, e non solo, sta prendendo piede in modo esponenziale. Infatti, al di là delle gravissime lacune ed omissioni riscontrate in molti ospedali,( si pensi, ad esempio, ciò che da tempo denunciamo circa lo Spoke di Castrovillari), registriamo : ticket esosi; prestazioni erogate dopo mesi; esami ed analisi che, non sempre, possono essere effettuati nell’ospedale o nelle strutture sanitarie di zona o di riferimento ; lunghi viaggi nei nosocomi della provincia per ottenere risposte diagnostiche. Questi disservizi portano direttamente i pazienti fuori dalla Sanità pubblica e li indirizzano a quella privata, più veloce, tempestiva e con gli stessi costi dei ticket pubblici ! Un vero e proprio disastro che penalizza i Cittadini, soprattutto gli anziani, abbisognevoli, più degli altri, di prevenzione e di cure. La Sanità privata, da non demonizzare, dovrebbe essere d’ausilio a quella pubblica: invece, considerate le situazioni attuali, ne diventa, non solo competitiva, ma sostitutiva ! Come Forze politiche abbiamo, dunque, una grande responsabilità nella gestione della Sanità regionale, da tempo sottratta al controllo della Politica e consegnata ad un Commissariamento fallimentare e privo di prospettive. E’ urgente ed indifferibile che le Istituzioni locali e regionali ritornino ad avere un peso determinante nel proporre strategie sanitarie sempre più conformi alle esigenze dei Territori e dei Cittadini che in essi vivono. Le lunghe liste d’attesa sono umilianti, così come i cosiddetti viaggi della speranza ed i servizi ospedalieri e di medicina del territorio prestati in maniera ridotta o, addirittura, depauperati ed inesistenti: il caso dell’Emodinamica dell’Ospedale di Castrovillari è tremendamente emblematico ! Il Popolo della Famiglia, denuncia questo stato di cose e si propone, alle prossime elezioni amministrative della Città di Castrovillari come uno dei punti di riferimento della Politica legata al welfar ed alla centralità dell’Uomo e del Cittadino, sempre più sottoposto alle rigide norme di un sistema economico rigido e disumano. A conferma di quanto affermato, mi giunge, ora, la notizia che il Primario dei Ortopedia, Dott. Massimariano Bisignani, si è dimesso dall’incarico, poiché, nonostante siano trascorsi due anni dalla sua nomina, il Reparto non è stato, ancora, costituito: un generale senza truppe !!

IL COORDINATORE CITTADINO Prof. Giovanni DONATO

Castrovillari, lì 31 luglio 20120

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *