19 Settembre 2021

IL POPOLO DELLA FAMIGLIA: LETTERA APERTA AL SINDACO DI CASTROVILLARI AL PRESIDENTE F.F. DELLA GIUNTA REGIONALE DELLA CALABRIA ALLE SITITUZIONI POLITICHE REGIONALI

Il Popolo della Famiglia, con grande sorpresa e rammarico, si sofferma su quanto pubblicato, oggi, dalla stampa nazionale, circa il Piano pandemico, predisposto dal Ministero della Salute, da inviare alle Regioni, prima dell’approvazione definitiva. Il primo , terribile, concetto che balza all’attenzione, è quello relativo alle cure mediche da adottare ed ai criteri da seguire, soprattutto nella parte che recita:” quando la scarsità rende le risorse insufficienti rispetto alle necessità, i principi di etica possono consentire di allocare risorse scarse in modo da fornire trattamenti necessari preferenzialmente a quei pazienti che hanno maggiori possibilità di trarne beneficio..” In poche parole, si precisa, che quando le risorse finanziarie sono esigue, i medici potranno scegliere, selezionando, chi potrà essere curato con maggiori possibilità di guarigione ! Anziani, handicappati, ed altre categorie di pazienti debilitati, quindi, potrebbero essere esclusi da terapie salvavita, a vantaggio di altre persone in presunte condizioni più favorevoli per cure mediche decisive. Tutto ciò fa rizzare i capelli, allorquando si pone in evidenza la disponibilità economica di fronte al Diritto fondamentale che lo Stato dovrebbe preservare e perseguire: la Vita di ogni suo singolo componente, senza distinzione alcuna ! Se questo Piano non dovesse essere modificato, le conseguenze sarebbero terribili per una Regione come la nostra le cui risorse sanitarie sono disastrate. Si pensi, dunque, all’Ospedale Spoke di Castrovillari, già smantellato ed appena in grado di garantire i livelli minimi di assistenza: l’applicazione di una normativa del genere sarebbe terribile per tante categorie di pazienti e cittadini. La stessa considerazione potrebbe allargarsi alla Sanità territoriale, attualmente in grande sofferenza, per i tagli avvenuti nel corso degli anni. Pertanto vogliamo lanciare un accorato appello alle nostre Istituzioni affinchè, nell’attuale fase di programmazione delle risorse europee ( Recovery Found), si adoperino, presso il Governo centrale, onde siano aumentati i fondi destinati alla Sanità ed alla salvaguardia della Vita di ogni Cittadino. In modo particolare chiediamo che la Sanità calabrese sia rifinanziata adeguatamente onde consentire di superare l’attuale stallo negativo e permettere alle Strutture sanitarie ed agli Ospedali, come quello di Castrovillari, di essere nelle condizioni di garantire sicurezza e fiducia, eliminando il deprecabile fenomeno dell’emigrazione sanitaria. Uno Stato democratico non deve mettere l’Economia al primo posto ma l’ Individuo ed i suoi bisogni fondamentali. La Vita di ogni Uomo vale più di qualsiasi altra cosa: non dobbiamo riportare indietro le lancette della Storia ad epoche nefaste che hanno funestato la nostra Nazione la nostra Regione !

IL PORTAVOCE REGIONALE Prof. Giovanni DONATO

lì, 12 gennaio 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *