30 Novembre 2020

Castrovillari / NUOVO DPCM tra nuove strette. Lo Polito richiama alla vigilanza e l’importanza di accompagnare il sistema scuola, custode di speranza e di crescita diffusa per affrontare la realtà anche quando si presenta con il volto di un dramma globale

Lì 25/10/2020

“CASTROVILLARI/ARRIVA IL NUOVO DPCM CON NUOVE RESTRIZIONI E CONSEGNE CHE DOVRANNO CONTINUARE AD ESSERE RISPETTATE CON MAGGIORE ATTENZIONE DAL 26 OTTOBRE AL 24 NOVEMBRE. IL SINDACO LO POLITO RILANCIA LA SFIDA DEI COMPORTAMENTI A TUTELA DEL BENE SALUTE DI TUTTI E DELLA SCUOLA CHE CUSTODISCE LA SPERANZA NONOSTANTE IL DRAMMA DELLA PANDEMIA”

Continua a salire la curva di contagio da Covid e il nuovo Dpcm effettua una stretta ulteriore che si svilupperà dal 26 ottobre al 24 novembre.
Lo richiama il Sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito, che, alla luce delle nuove prescrizioni, firmate dal Presidente del Consiglio dei Ministri, esorta i cittadini ad essere “rispettosi delle regole a partire dal quel desiderio di futuro – afferma- che accompagna la vita di tutti noi. Ecco perché la nuova sfida di questi giorni è maggiormente decisiva.”
“Ciò spiazza sicuramente e può anche dividere – aggiunge il primo cittadino nella sua comunicazione- ma previene e protegge dalla recrudescenza del virus.”
Salvaguardare la salute- poi precisa- è salvare pure l’economia e le capacità che la sostengono.”

Ecco perché chiudono cinema e teatri, si vietano convegni e conferenze se non svolti con modalità telematica. Si sospendono le attività nelle palestre e nelle piscine oltre che nei centri benessere e termali a meno che non abbiano presidi sanitari obbligatori. Chiusura anche per discoteche, sale da ballo e centri scommesse.
Consentita, invece, l’attività motoria e di base individuale sia all’aperto che in circoli sportivi. E restano aperti dalle ore 5 alle ore 18 tutti i giorni della settimana ristoranti, bar, pub, pasticcerie e gelaterie che potranno consegnare sempre a domicilio mentre si potrà consumare al tavolo al massimo in 4 persone tranne che si tratti di conviventi. Le attività ristorative potranno, poi, sempre consegnare a domicilio e sino alle ore 24, mentre sono vietati i festeggiamenti per cerimonie civili e religiose.
Per gli spostamenti tra regioni, inoltre, viene raccomandato di limitare gli stessi sia con mezzi pubblici che con quelli privati e solo per esigenze lavorative, di salute nonché di necessità comprovate. Mentre per i negozi al dettaglio l’apertura è consentita nel rispetto del distanziamento, della sanificazione e dell’ingresso contingentato.
La scuola è il capitolo sentito tanto che restano in presenza le lezioni delle materne, medie ed elementari mentre quelle dei superiori devono assicurare almeno il 75% di didattica digitale integrata.

“Da qui l’appello e le ragioni dei nuovi provvedimenti perché si è in una situazione che non ammette distrazioni, superficialismi, come viene chiesto per la scuola a cui teniamo tanto- aggiunge Lo Polito- , certi che è uno dei principali assi portanti del Paese, dove sono riposte, come viene ampiamente acclarato da ogni parte, le garanzie di un futuro migliore e dove nasce la speranza per un domani diverso contro un nichilismo strisciante che s’insinua, avanza e preoccupa anche in questo Tempo. Ecco, allora, la necessità di essere responsabili in questo rispetto verso l’altro che riguarda fragilità e debolezze le quali non possono essere prese sottogamba, specialmente nella formazione dei giovani, per non determinare differenze e disuguaglianze sempre pronte ad incombere.”
“Siamo solo noi- conclude- che attraverso i nostri comportamenti possiamo accrescere questo come facilitare l’aumento del contagio. Ecco, allora, l’importanza di una responsabilità collettiva e collaborativa che in questo momento la realtà ci chiede su più fronti.”

L’Ufficio Stampa del comune di Castrovillari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *