22 Ottobre 2020

Proposte per lo Sviluppo e l’Occupazione a Castrovillari e nel Pollino.

L’unità del territorio è la premessa irrinunciabile per riprendere il cammino dello sviluppo per le genti di Castrovillari e del suo bellissimo territorio.
Per risorgere, la coalizione tra le liste “MOVIMENNTO 5 STELLE” e “SVILUPPO PER CASTROVILLARI ED IL TERRITORIO”, presentiano alcune proposte concrete e realizzabili:
• Aprire una vertenza territoriale con il governo regionale e nazionale per un programma di reinsediamento industriale a Cammarata.
• Trasformazione e utilizzo della plastica non solo per fini ambientali quanto a scopo occupazionali e industriale;
• Produzioni industriale nel settore delle componenti OTTICHE;
• Produzione fertilizzanti intelligenti per l’ambiente per una agricoltura avanzata;
• Produzione industriale nel settore imballaggi per alimenti;
• Costituzione di una rete di imprese territoriale per la produzione e la commercializzazione di prodotti di “NICCHIA E DI QUALITÀ” presenti in tutto il territorio.;
• Garantire i livelli minimi di assistenza (LEA) ai nostri concittadini; riqualificare gli ospedali di Lungro, e Mormanno, lo Spoke di Castrovillari deve essere potenziato e reso efficace ed efficiente; costruire una rete di insediamento socio-sanitario-assistenziale collegando il sistema alle reti europee (ELISAN ed EIP-AMA) attraverso la realizzazione delle “FATTORIE SOCIALI” per dare una risposta di qualità agli anziani in difficolta, all’handicap, al disagio mentale, ecc, integrando il tutto con la medicina di base e le strutture ospedaliere;
• Basta con gli interessi nella gestione dei rifiuti, in particolare nella gestione dell’umido. Investire da subito sull’installazione dei “TRITARIFIUTI” (INSINKERATOR) che trasforma i rifiuti organici in “PUREA”. Integrare questo sistema con l’insediamento di impianti di lombrico coltura per realizzare compost di qualità;
• Attivare con il Ricovery Found il progetto dell’alta velocità, già presentato negli anni ‘70 Salerno-Reggio Calabria, tracciato mediano.
• Costruire reti di comunicazioni infrastrutturali (ENERGIA E VIABILITA’) nonché di ampliamento di strutture ricettive per fini turistici compatibili e di qualità nelle aree montane rafforzando e implementando anche le aree attrezzate ai fini dell’accoglienza dei visitatori amanti del territorio montano.
• Realizzare un progetto integrato tra area montana e centri storici, usi e costumi dell’area del Pollino, valorizzazione del patrimonio ambientale, culturale, religioso, enogastronomico, valorizzazione delle minoranze linguistiche di nuova e vecchia immigrazione, etc.;
• Valorizzazione della flora, reinserimento e rafforzamento delle risorse endogene chiedendo al Ministero dell’Ambiente l’insediamento di un centro di ricerca per la flora ai fini dell’utilizzo nel settore farmaceutico ed erboristico delle piante officinali.
• Infine, costituire un tavolo permanente che si occupi di progetti strategici.
Castrovillari deve riprendersi il ruolo centrale di comune capofila dell’area del Pollino coinvolgendo nei progetti di sviluppo i paesi che fanno corona al Parco Nazionale del Pollino dando così pari dignità a tutti i cittadini.

Coalizione “MOVIMENNTO 5 STELLE” e
“SVILUPPO PER CASTROVILLARI ED IL TERRITORIO”
Pino Campanella candidato a sindaco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *