23 Luglio 2024

SARACENA: AGGREDI’ UN AGENTE DI POLIZIA MUNICIPALE, CONDANNATO AD UN ANNO. IL COMUNE E’ PARTE CIVILE

0

COMUNICATO STAMPA COMUNE DI SARACENA #81/21 DICEMBRE 2019 

SARACENA | AGGREDI’ UN AGENTE DI POLIZIA MUNICIPALE, CONDANNATO AD UN ANNO. IL COMUNE E’ PARTE CIVILE

L’EPISODIO NELL’AGOSTO 2017 PORTO’ AL FERIMENTO DI UN AGENTE IN SERVIZIO. L’AMMINISTRAZIONE DA SEMPRE AL FIANCO DEI CITTADINI, MA NON ACCETTIAMO USO DELLA VIOLENZA

L’aggressore ieri nel corso del procedimento penale a suo carico è stato condannato ad un anno di reclusione e pagamento delle spese processuali

Aggredì un agente di Polizia Municipale, R.D., nel corso di un normale controllo colpendolo alla nuca con un bastone. L’agente fu prontamente soccorso da un collega con lui in servizio mentre l’autore del gesto si diede alla fuga. Ieri per M.R, imputato dei reati di cui agli artt. 336, 339 e 582 c.p., presso il Tribunale di Castrovillari è arrivata la condanna ad un anno di reclusione ed il pagamento delle spese processuali per il reato di lesioni. Quanto agli ulteriori capi di imputazione vale a dire violenza e minaccia a pubblico ufficiale, è stato invece richiesto l’istituto della messa prova, e pertanto il processo è stato rinviato. In questo procedimento penale oltre all’agente, difeso dall’avvocato Rosalba Amato, si è costituito parte civile anche il Comune di Saracena, rappresentato dal legale di fiducia, Eugenio Gioiella. 

«La nostra amministrazione – ha spiegato il Sindaco, Renzo Russo – ha ritenuto di doversi costituire parte civile per dare un segnale di legalità forte a tutta la comunità. Da sempre siamo impegnati in prima linea quotidianamente nell’ascolto dei bisogni di tutte le fasce sociali e proviamo, con i nostri pochi mezzi e risorse, a soddisfare tutte le esigenze e intervenire in ogni situazione limite, ma non accettiamo la violenza come modello di prevaricazione. La tutela delle persone passa dall’ascolto e dal confronto reciproco, ed il rispetto della vita supera ogni logica di esigenza». 

Il giudice del Tribunale di Castrovillari ha ammesso la costituzione delle parti civili e stante la  scelto del rito abbreviato richiesta dell’imputato in relazione all’imputazione per lesioni ha condannato l’aggressore dell’agente di Polizia municipale alla pena anni 1 di reclusione, oltre al pagamento delle spese processuali e al risarcimento del danno in favore delle parti civili le quali si sono dichiarate soddisfatte per il risultato ottenuto.

«È stato dato un importante segnale in un momento difficile – hanno dichiarato gli avvocati Eugenio Gioiella e Rosalba Amato – in cui i cittadini hanno sempre meno fiducia nella giustizia, ed in cui le istituzioni sembrano naufragare verso una inarrestabile crisi. In questo contesto il Tribunale di Castrovillari ha saputo mandare un chiaro messaggio, dimostrando che gravi atti di cronaca non sono tollerati e che i cittadini devono sentirsi protetti dagli organi di giustizia, da sempre impegnati con enormi sacrifici per la loro tutela». I difensori, pur soddisfatti per il risultato raggiunto, sperano tuttavia che l’autore di tale crimine sappia redimersi e che fatti violenti del genere possano non riverificarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may have missed

ARTICOLO VENTUNO DI CASSANO ALL’IONIO, SOSTENIAMO LE ECCELLENZE CASSANESI.Sono ormai all’ordine del giorno le soddisfazioni ed i meriti che inostri ragazzi ottengono in giro per l’Italia.Cassano è orgogliosa dei suoi giovani figli che contribuiscono a darelustro alla nostra splendida comunità.Passione, dedizione e grande impegno fanno da sfondo ai risultatiraggiunti.D’altro canto, non possiamo ignorare i sacrifici economici (e non)delle famiglie.Siamo consapevoli che i supporti ed i contributi degli Enti preposti sonodavvero minimi e le difficoltà e le fatiche di giorno in giorno sono sempremaggiori e talvolta insostenibili.Pertanto, ArticoloVENTUNO propone che l’AmministrazioneComunale si faccia carico, attraverso un bando, dell’erogazionedi borse di studio a favore dei giovani di tutto il territorio diCassano, con lo scopo di valorizzare e sostenere il profitto scolasticodegli studenti meritevoli, nonché per incoraggiare la prosecuzione aglistudi ed il raggiungimento di sempre più approfondite opportunitàprofessionali e culturali .Dunque, meno benemerenze, targhe ed intitolazioni.Noi siamo per un supporto fattivo verso chi ha fame di cultura , perchésarebbe un modo per invertire il senso ed elevare le menti.La Cassano per bene ha fame di cultura vera e non può accontentarsidelle strisce bianche sull’asfalto fatte passare come un eventostraordinario!Piuttosto, si premii la cultura del merito.È necessario che la politica locale si unisca con noi su taleargomento per difendere e sostenere l’eccellenza Cassanese.Diamo ai nostri giovani l’opportunità ed il giusto appoggio per formarsi emettersi in gioco.Per i ragazzi e con i ragazzi!Cassano All’Ionio, 19/07/2024Associazione politico-culturale ArticoloVENTUNO.