24 Ottobre 2020

Appunti dal Consiglio comunale del 19 dicembre 2019

Il Consiglio comunale di Castrovillari, riunito in seconda convocazione, nel pomeriggio di giovedì 19 dicembre, nella sala delle adunanze del palazzo di città sotto la presidenza di Piero Vico, ha deliberato all’unanimità (maggioranza e minoranza) gli oggetti in discussione all’ordine del giorno e celebrato, con la volontà di sempre del Centro Sociale Anziani “Varcasia”, la gaia consuetudine dell’offerta, di questo al Consiglio e di chi sta in quel momento nel salone, dei tipici dolci fritti locali di Natale: le vecchiarelle, per augurare ogni bene ai membri dell’Assemblea e non solo, ed alla città come ha tenuto a precisare nel proprio contributo, a lavori sospesi, il presidente del sodalizio Carlo Sangineti. Durante i lavori la massima assemblea cittadina ha espresso valutazioni concordi sulla mozione presentata dal consigliere Antonio D’Agostino per l’intitolazione di una strada, nel territorio comunale- precisamente di un tratto di quella di Cammarata- ad Agostino Caligiuri, per la quale il Sindaco , Domenico Lo Polito, prendendo la parola, nella risposta, ha assicurato l’impegno dell’Amministrazione, già attivo da due anni –ha comunicato- anche in seguito a istanze e pronto ad essere concluso nei tempi occorrenti per rendere l’apposito curriculum del compianto imprenditore e sportivo. A tale riguardo il primo cittadino, dopo gli elementi rappresentati da D’agostino, ha ripercorso le tappe dell’istanza sollecitata ed il lavoro attento svolto dagli Uffici e da quello di Toponomastica in particolare, pronto a definirsi nella proposta rappresentata dalla mozione, preferita anche dalla famiglia, o per un’altra arteria che costeggia la parte a monte del campo sportivo. Nonostante le argomentazioni a supporto che hanno visto intervenire pure il consigliere Ferdinando Laghi, chiara è stata la volontà di dare sintesi e corpo a tale determinazione avvertita da tutti indistintamente. A seguire l’unanimità, maggioranza e minoranza insieme, è stata espressa pure sull’ultimo passaggio finanziario dell’Amministrazione per il 2019 e adempimento previsto per fine anno dalla legislazione vigente in tema di partecipate riguardante la verifica della persistenza delle condizioni per il mantenimento delle partecipazioni e relative quote (art.17 dl 90 del 2014 e art 20 dlgs 175- 2016 -riforma Madia-), illustrato, con una dovizia di particolari e notizie, dall’Assessore alle politiche finanziarie e bilancio, Maria Silella. Qui, attraverso il piano redatto dagli uffici, si è appurato il buono stato di salute delle Società a partecipazione diretta: Gas Pollino e Pollino Gestione Impianti, ed indiretta: Sviluppo Energia decidendo di non dismettere alcuna quota perchè in possesso dei requisiti richiesti dalle leggi. Riscontrato in tutte il progressivo utile d’esercizio e la valenza nonché portata della loro capacità d’impresa come richiamato in successione dai consiglieri Giuseppe Santagada, Nicola Di Gerio e Gerry Rubini d’accordo, concordi nel ribadire, ancora una volta, l’eccellenza in progress di tali intraprese: valore aggiunto per il Comune e importante patrimonio per la città. E proprio a partire da questo dato, ed in seguito ad una richiesta del consigliere delle Civiche, Santagada, di conoscere meglio le attività pregresse delle stesse nei rapporti tra di loro e con l’ente ( su cui anche in passato da ambo le parti si era espressa la necessità ), rappresentando al presidente della prima Commissione, Di Gerio, l’importanza di convocare qualche volta in più l’organismo su tale questione, il consigliere Rubini, ripercorrendo situazioni e perplessità già dibattute in Consiglio con la necessità di chiarire una storia da consegnare a chi si troverà in futuro a gestire l’esistente, ha domandato ufficialmente, nel rispetto del Regolamento comunale, la costituzione, prevista per particolari valutazioni, di una Commissione specifica che dipani fattori in passato sollevati. ​Per opportunità di procedura è stato chiarito nel dibattito che questa sarà presa in considerazione dall’apposita Commissione bilancio la dovrà approntare una proposta specifica che poi dovrà essere ratificata dal Consiglio per la costituzione dello specifico organismo e l’indicazione dei membri. Su questo è anche intervenuto il consigliere Di Gerio che oltre a dare la disponibilità di realizzare riunioni dedicate della Commissione che guida per chiarire cammini e rapporti pregressi delle partecipate, ha affermato, con una serie di riferimenti e valutazioni, il grande ruolo sviluppato dalle Partecipate e realizzato da queste anche con ulteriori destinazioni finalizzate del Comune, certo della forza dinamica e virtuosa di queste, da programmare sempre più-ha precisato- nei servizi e per il Territorio, su cui ha ribadito la validità di azione, con stessa coscienza, lo stesso esponente delle Civiche a nome e per conto di queste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *