19 Settembre 2021

IL PEPERONCINO JAZZ FESTIVAL PROSEGUE SUL TIRRENO COSENTINO, DOMANI A SCALEA PARTE LA TRE GIORNI TARGATA “LAOS JAZZ FEST”. IL FESTIVAL SARA’ INAUGURATO DA GERALD CANNON E DANIELE SCANNAPIECO

Il XX Peperoncino Jazz Festival, rassegna itinerante nelle più belle località calabresi diretta artisticamente da Sergio Gimigliano e John Patitucci, tappa dopo tappa sta collezionando un successo dopo l’altro, confermandosi, ancora una volta, il festival jazz internazionale della Calabria e uno degli eventi jazzistici più caratteristici d’Italia.

Archiviate con successo le tre serate all’insegna del “Cetraro Jazz Festival”, che nei giorni scorsi hanno visto il bellissimo giardino di Palazzo Del Trono riempirsi fino all’ultimo posto (sempre nel rispetto del distanziamento imposto dalla normativa anti Covid19) in occasione del piano solo del musicista e direttore d’orchestra inglese Geoff Westley, del giovane e talentuoso pianista pugliese Pasquale Stafano (che a capo del suo trio ha presentato il suo ultimo, splendido cd: “Sparks”) e del magnifico duo composto dalla carismatica cantante Mafalda Minnozzi e dall’eclettico chitarrista americano Paul Ricci, impegnati nell’esecuzione dei brani contenuti in “Sensorial” (lavoro discografico candidato a ben 7 Latin Grammy), ieri sera (domenica 22 agosto) ha vissuto una emozionante anteprima scaleota, che, ospitata nel suggestivo scenario di Villa Giordanelli, ha visto di scena l’affiatato duo dei TocaTango.

Da domani (martedì 24 agosto), invece, dopo circa dieci anni di assenza, il PJF ritornerà in un luogo storico del festival: il bellissimo cortile di Palazzo Spinelli con tre serate all’insegna del “Laos Jazz Fest”.

L’evento verrà inaugurato domani sera (martedì 24 agosto) alle ore 22 da un concerto davvero speciale, all’insegna del miglior jazz internazionale, realizzato con il prestigioso patrocinio del Consolato Generale degli Stati Uniti d’America.

Protagonista sul palco, infatti, sarà il grandissimo musicista americano Gerald Cannon, bassista ufficiale del trio di McCoy Tyner, membro stabile per più di dieci anni nella storica band di Roy Hargrove e collaboratore di artisti del calibro di Art Blakey, Dexter Gordon, Wynton e Branford Marsalis, Pat Martino, Louis Hayes e del grande Elvin Jones (fino al 2004).

Cannon, considerato dalla critica l’erede dei grandissimi caposcuola dello strumento (quali Ray Brown, Sam Jones, Ron Carter e Buster Williams) e, dunque, una vera e propria leggenda vivente, in occasione del concerto calabrese, che sarà a ingresso libero (consentito solo a hi è in possesso di green pass) e che si svolgerà nel pieno rispetto della normativa anti Covid19, salirà sul palco a capo di un super trio, avendo al suo fianco Daniele Scannapieco – uno dei più acclamati e virtuosi sassofonisti della scena internazionale, dotato di un suono caldo, poderoso e molto personale, che ha prestato la sua “voce” ad alcuni tra gli artisti più importanti al mondo tra cui Dee Dee Bridgewater, Mario Biondi, Edoardo De Crescenzo, Henri Salvador, Roberto Gatto, Nicola Conte ecc – ed Elio Coppola, batterista napoletano di grande talento (con alle spalle collaborazioni con artisti del calibro di Benny Golson, Joey De Francesco, Peter Bernstein, David Kikoski, Dado Moroni, Ronnie Cuber, Tullio De Piscopo, George Cables ecc.), tra l’altro già al fianco di Cannon – al quale è legato da una forte amicizia e con cui ha una grande complicità che traspare sul palco – in un indimenticabile concerto newyorkese nel PJF nel maggio 2019.

Il trio, dal caratteristico suono “pianoless” proporrà una selezione di brani tratti dal repertorio dei songbook americani, nonché brani originali dello stesso Cannon.

La tre giorni del PJF targata “Laos Jazz Fest”, fortemente voluta dal presidente del Consiglio Comunale di Scalea Gaetano Bruno, dall’assessore alla Cultura e al Turismo Adelina Carrozzini e da tutta la compagine amministrativa guidata dal sindaco Giacomo Perrotta e realizzata anche grazie all’importante supporto logistico del Santa Caterina Village e dell’Osteria La Rondinella, proseguirà mercoledì 25 agosto con i Sing Swing per concludersi giovedì 26 con il trio del chitarrista Fabrizio Savino.

Dal 27 al 29 agosto, invece, il festival organizzato dall’associazione culturale Picanto si sposterà a San Nicola Arcella, caratterizzandosi per la joint-venture con “Un tuffo nel blues” (nel corso del quale si esibiranno, rispettivamente, il duo Hyperuránios di Nives Raso, il pianista Fabio Giachino, la cantante americana Lauren Henderson e lo strepitoso batterista cubano Horacio “el negro” Hernandez), mentre dal 30 agosto al 5 settembre vivrà una intensissima settimana nella cittadina calabrese che grazie ad una bella intuizione di Sergio Gimigliano (che ha evidenziato il gran numero e la grande qualità degli eventi culturali ospitati nell’arco dell’anno sul suo territorio comunale), accolta di buon grado dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Mimmo Lo Polito (che ha creato un assessorato ad hoc, affidato al consigliere Ernesto Bello), è stata istituzionalmente brandizzata come “Castrovillari Città Festival”.

Qui, nel magico scenario del Castello Aragonese saranno di scena il quartetto di Gegè Telesforo con special Guest Dario Deidda al basso (lunedì 30), il cantautore astigiano Giorgio Conte – che martedì 31 si esibirà dopo il “Piano Solo” di Mario Panebianco – e la strepitosa cantante americana Joyce Yuille, che sarà protagonista di una entusiasmante serata all’insegna del gospel, del blues e del soul mercoledì 1 settembre subito dopo la presentazione del cd dedicato a Monk realizzato a firma del giovane talento Francesco Miniaci e prodotto da Lamezia Jazz.

Giovedì 2, poi, grazie alla sinergia con il Premio Castrovillari d’Autore diretto da Sasà Calabrese, sarà di scena Grazia Di Michele, mentre dal 3 al 5 settembre si sprigionerà tutta l’energia del JOY Fest, con tantissime attività concentrate nei tre giorni grazie all’organizzazione dell’associazione Alegria e alla direzione artistica di Maddalena Panebianco, con concerti serali di grandissimo livello, che vedranno di scena il batterista cubano Horacio “el negro” Hernandez (venerdì 3), Dario Brunori e Gino Castaldo (che, ospiti del trio Calabrese/Moraca/De Luca, sabato 4 proporranno un inedito Omaggio a Lucio Dalla) e l’incendiario chitarrista di Vasco Rossi, Stef Burns, che chiuderà l’evento domenica 5 settembre.

Il XX PJF è un evento presentato a valere sull’avviso pubblico relativo ai Grandi Eventi Internazionali della Regione Calabria, realizzato con il contributo del Ministero della Cultura, con i prestigiosi patrocini istituzionali del Parco Nazionale del Pollino e Parco Nazionale della Sila, di 20 amministrazioni comunali, del Consolato Generale degli Stati Uniti d’America, della Reale Ambasciata di Norvegia (oltre a quelli di associazioni quali FAI, Touring Club Italiano, F.I.S. Calabria e Slow Food Riviera dei Cedri), sostenuto da numerosi ed importanti Sponsor privati (tra cui Gas Pollino, Pollino Gestione Impianti, Minerva Resort Spa, Gelateria Capani, Nuovo Imaie e Ottica Di Lernia) e prestigiosi Media Partner (su tutti, Jazzit, Il Quotidiano del Sud L’Eco dello Ionio e Viaggiart).

INFORMAZIONI PER IL PUBBLICO:
Associazione Culturale Picanto
Mobile: 345/9514139
E-mail: peperoncinojazzfest@gmail.com
Web: www.peperoncinojazzfestival.com
Facebook/Instagram/Twitter: Peperoncino Jazz Festival

UFFICIO STAMPA:
Francesca Panebianco
Mobile: 345/9514139
E-mail: francesca.panebianco@gmail.com
Facebook/Instagram/Twitter: Francesca Panebianco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *