18 Settembre 2021

SERATA PATROCINATA DALL’AMBASCIATA USA A CETRARO CON il duo MINNOZZI/RICCI per il Peperoncino Jazz

GEOFF WESTLEY INCANTA IL PUBBLICO DEL “CETRARO JAZZ”
DOMANI A PALAZZO DEL TRONO DI SCENA IL DUO MINNOZZI/RICCI
NEI PROSSIMI GIORNI TAPPE A SCALEA, S. NICOLA ARCELLA E BONIFATI

E’ stata una serata praticamente perfetta sotto ogni profilo quella di ieri (giovedì 19 agosto) per i tantissimi spettatori provenienti da tutta la costa tirrenica e accorsi a Cetraro per riempire fino all’ultimo posto disponibile (nel pieno rispetto della normativa anti Covid) lo splendido giardino di Palazzo Del Trono per assistere all’esibizione del pianista, arrangiatore, direttore d’orchestra e produttore britannico Geoff Westley.

Nel corso della serata, inserita nella “tre giorni” del Peperoncino Jazz Festival che anche quest’anno ha ripreso, per il XIII anno, la tradizione del “Cetraro Jazz” ideato dal compianto musicista cetrarese Ermanno Del Trono, il famigerato musicista londinese, che ha alle spalle un passato da giovane prodigio (a soli 23 anni ha diretto “Jesus Christ Superstar” al Palace Theatre di Londra), ricco di importanti collaborazioni (dai Bee Gees a Peter Gabriel, da Phil Collins a Henry Mancini, passando per Battisti, De Andrè, Baglioni, Ramazzotti, Zero, Dalla, la Pausini e la Mannoia), dopo la partecipazione al Calabria Jazz Meeting 2016 – in occasione del quale aveva formato e diretto l’Orchestra Jazz della Calabria – ha incantato il pubblico del “Cetraro Jazz” con una performance di altissimo livello.

Nel corso di un’ora e mezzo di spettacolo, Westley ha eseguito i brani originali contenuti in “Piano Solo”, lavoro discografico uscito nel 2019 e quelli, ancora inediti, che confluiranno nel prossimo cd a suo nome in uscita prima della fine dell’anno (dalle “Improvvisazioni Ricordate” alla “Musica per Film mai realizzati”, dalle “Songs wihtout words”, fino ai brani “A New Dawn For Amatrice”, “Chicken Vague” e “Le Cafè Royale”).

Sul finale, dopo il primo bis, richiamato ancora a gran voce sul palco, il pianista inglese ha intonato “Con il nastro rosa” di Battisti e, a sorpresa lo hanno raggiunto sul palco tre tra i più talentuosi musicisti calabresi: il sassofonista Danilo Guido, il fisarmonicista Salvatore Cauteruccio e il bassista Roberto Musolino, mandando in visibilio il pubblico, che è tornato a casa consapevole di aver assistito ad un grandissimo momento musicale.

Dopo questa meravigliosa serata di apertura, stasera (venerdì 20 agosto) alle ore 22 nel giardino del palazzo cetrarese che da alcuni anni è diventato la culla della cultura cittadina (anche in quanto sede della Biblioteca Comunale e di una Fonoteca Civica specializzata in Jazz fondata proprio grazie all’attività dell’associazione culturale Picanto alcuni anni fa), sarà di scena il trio del talentuoso pianista pugliese Pasquale Stafano, mentre domani (sabato 21 agosto), sempre alle ore 22, la ricca e coinvolgente “tre giorni” cetrarese del PJF si concluderà con un suggestivo viaggio nella musica brasiliana.

Ad accompagnarci in questo viaggio saranno la voce di Mafalda Minnozzi e la chitarra di Paul Ricci, che presentano, con l’alto patrocinio del Consolato Generale degli Stati Uniti d’America, il progetto “Sensorial”, un percorso sul filo dell’emozione scaturita da questi lunghi mesi di isolamento, che si appresta a concorrere al Grammy Latino 2021 in ben sette diverse categorie.

Mafalda Minnozzi, interprete ed autrice di forte personalità e carisma, nel corso della carriera è riuscita a fondere il suo virtuosismo vocale con il jazz, il samba e la bossanova fino ad ottenere un suond e uno stile assolutamente personali che provocano l’inevitabile “standing ovation” da parte del pubblico e l’entusiasmo della critica, proiettandola in una dimensione internazionale in continua espansione.

Una traiettoria musicale di successo che la vede attiva da oltre 35 anni nel triangolo creativo che unisce New York, São Paulo e Milano e comprende prestigiose collaborazioni con Milton Nascimento, Dave Liebman, Guinga, Lucio Dalla, Filó Machado, Martinho da Vila, Toquinho.

Nel corso della serata, che sarà ad ingresso libero (fino ad esaurimento dei posti disponibili), affiancata artisticamente da Paul Ricci, produttore, arrangiatore e chitarrista newyorchese di grande talento, l’interprete proporrà splendidi classici quali”Insensatez”, “A Felicidade” e “Desafinado” del maestro Antônio Carlos Jobim e brani di Ennio Morricone, Toquinho, Chico Buarque de Hollanda, Cole Porter, Baden Powell e Bruno Martino.

Dopo l’ormai tradizionale “tre giorni” ospitata nel centro storico della cittadina tirrenica famosa per il suo Porto Turistico, allestita dal vulcanico Sergio Gimigliano, fortemente voluta dall’assessore ai Grandi Eventi Carmine Quercia e da tutta l’amministrazione comunale guidata da Ermanno Cennamo e realizzata con l’importante supporto logistico del Grand Hotel San Michele, il XX PJF riprenderà il suo tour alla scoperta delle più belle località calabresi facendo tappa lunedì 23 agosto a Cinquefrondi con il concerto del carismatico cantautore Peppe Voltarelli.

Dopo le serate cetraresi, che come tutte le tappe del PJF si svolgeranno nel pieno rispetto di tutte le prescrizioni normative anti Covid (prima fra tutte l’ingresso riservato ai soli possessori di Green Pass), il festival musicale più piccante d’Italia proseguirà ancora sul Tirreno, territorio in cui rivivranno prima le magiche serate all’insegna del “Laos Jazz Fest” di Scalea (dov’è molto atteso il trio di del contrabbassista americano Gerald Cannon con Daniele Scannapieco al sax ed Elio Coppola alla batteria), e poi le quattro serate in programma a San Nicola Arcella realizzate in joint-venture con “Un tuffo nel Blues” (che, tra gli altri, vedrà esibirsi l’incredibile batterista cubano Horacio “el negro” Hernandez), oltre al concerto di Francesco Baccini in programma a Bonifati per il IV “Premio Antigua Musica d’Autore”.

Il XX PJF – evento a cura dell’associazione Picanto, diretto artisticamente a quattro mani da Sergio Gimigliano e John Patitucci, presentato a valere sull’avviso pubblico relativo ai Grandi Eventi Internazionali 2021 della Regione Calabria, realizzato con il contributo del Ministero della Cultura, con i prestigiosi patrocini istituzionali del Parco Nazionale del Pollino e Parco Nazionale della Sila, di 20 amministrazioni comunali, del Consolato Generale degli Stati Uniti d’America, della Reale Ambasciata di Norvegia (oltre a quelli di associazioni quali FAI, Touring Club Italiano, F.I.S. Calabria e Slow Food Riviera dei Cedri), sostenuto da numerosi ed importanti Sponsor privati (tra cui Gas Pollino, Pollino Gestione Impianti, Minerva Resort Spa, Gelateria Capani, Nuovo Imaie e Ottica Di Lernia) e prestigiosi Media Partner (su tutti, Jazzit, Il Quotidiano del Sud L’Eco dello Ionio e Viaggiart) – si concluderà la prima settimana di settembre con una intensa full immersion castrovillarese in programma dal 30 agosto al 5 settembre.

Nel corso di queste giornate, realizzate in joint venture con il “JOY Festival” e con il “Premio Castrovillari d’Autore”, saranno protagonisti Gegè Telesforo e Dario Deidda, Giorgio Conte, Joyce Yuille, Grazia Di Michele, Horacio “el negro” Hernandez, Dario Brunori & Gino Castaldo (che, ospiti del trio Calabrese/Moraca/De Luca, proporranno un inedito Omaggio a Lucio Dalla) e l’incendiario chitarrista di Vasco Rossi, Stef Burns.

INFORMAZIONI PER IL PUBBLICO:
Associazione Culturale Picanto
Mobile: 345/9514139
E-mail: peperoncinojazzfest@gmail.com
Web: www.peperoncinojazzfestival.com
Facebook/Instagram/Twitter: Peperoncino Jazz Festival

UFFICIO STAMPA:
Francesca Panebianco
Mobile: 345/9514139
E-mail: francesca.panebianco@gmail.com
Facebook/Instagram/Twitter: Francesca Panebianco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *