20 Ottobre 2021

A.S.D. CORRICASTROVILLARI – RUN4HOPE 1° Tappa: Castrovillari/Rende-Cosenza, 22 maggio

Tenacia, sacrificio, determinazione e costanza: le caratteristiche principali dello sport si sono unite, questa mattina, nella staffetta della solidarietà, partita da Castrovillari, alle 11 in punto, in contemporanea con i 20 capoluoghi italiani. In diretta nazionale con la Run4Hope Italia, gli atleti dell’A.S.D. CorriCastrovillari si sono mossi alla volta di Cammarata. Nelle mani di Gaetano D’Elia il testimone a forma di DNA, per ricordare l’importanza della ricerca in favore di AIRC per la lotta ai tumori infantili. D’Elia e il suo gruppo hanno ceduto il testimone a Michele Spingola, partito in direzione di Roggiano, dove ad attenderlo c’era Antonio Perrone, incaricato di macinare chilometri fino a Montalto, con la tappa intermedia di Torano, dove ha ceduto il passo a Massimo Nunnari, incaricato di raggiungere Quattromiglia, per poi lasciare a Valentina Perrone il compito di portare il testimone fino a Rende (Cosenza).
Al momento della partenza erano presenti il Sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito, che ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa, evidenziata anche dal Comandante Compagnia Genio, afferente al 21°Reggimento Genio Guastatori della Brigata Bersaglieri “Garibaldi”, della Caserma “E.Manes” di Castrovillari, Capitano Antonio Gagliardi, in rappresentanza dell’Esercito Italiano, che patrocina l’evento. Il Capitano Gagliardi ha invitato a donare in favore di AIRC. Gli hanno fatto eco il consigliere comunale con delega allo sport, Pina Grillo, il rappresentante dell’ANC (Associazione Nazionale Carabinieri), Pino Gioffré e la presidente della Croce Rossa di Castrovillari, Maria Grazia Mainieri, mettendo in risalto, non solo lo scopo benefico, ma l’importanza della ricerca, specie in questo periodo di pandemia. Ha chiuso la carrellata di saluti istituzionali, coordinati da Carlo Catucci, il presidente della CorriCastrovillari, Gianfranco Milanese, soddisfatto per il buon esito della manifestazione e pronto a sostenere i suoi atleti lungo il percorso di questa prima giornata di tappa.
Mentre, ad attendere gli ultimi staffettisti, a Rende, la dirigenza della K42 di Cosenza, con il presidente, Giovanni Mondera e l’Assessore allo Sport del Comune di Rende, Mario Rausa, che si è detto onorato di ospitare questa manifestazione, ricordando che Rende è candidata a Città Europea dello Sport 2023. Il delegato AIRC Rende ha ringraziato per la sensibilità con la quale si è animata e si animerà questa staffetta. I contributi alla ricerca sono fondamentali e per farlo basta collegarsi al sito Run4Hope o mediante la rete del dono. Infine, Milanese ha lasciato il testimone nelle mani dell’omologo Mondera. Gli atleti partiranno il 23 maggio, da Rende-Cosenza, tappa gestita da Massimo Ragusa, in direzione Amantea.
Tra le società calabresi che hanno aderito a questo progetto, oltre a quella del presidente Milanese, figurano la K42 Cosenza, MilonRunner Crotone, Run for Catanzaro, Libertas Lamezia, Podisti Locri, Poliporto Soverato, Calabria Fitwalking e Atletica Sciuto Reggio Calabria.
La Run4Hope è sostenuta dalla CorriCastrovillari, dalla Fidal (Federazione italiana di atletica leggera); dalla Fiasp (Federazione italiana amatori sport per tutti); dall’Aic (Associazione italiana calciatori); dal Centro Sportivo Italiano; da Airc e Ail (Associazione italiana leucemia); e patrocinata dall’Esercito Italiano; media partner “Correre” e main sponsor Massigen.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *