30 Novembre 2020

Usca e Sanità in Consiglio Comunale per il 9 novembre su richiesta dei consiglieri Comunali del centrodestra

Nel momento in cui tutte le strutture sanitarie sono messe a dura prova da questa pandemia virale, assistiamo nel territorio del Pollino a negligenze su cui non è possibile soprassedere. Accade che, addittura,
pazienti, sospetti covid, sono lasciati a loro stessi, mentre ai recapiti telefonici istituiti non vi è risposta.
L’ultima evidenza è di questi giorni in cui 2 pazienti, con febbre a 38-39 hanno dovuto raggiungere le USCA (unità speciali di continuità assistenziali) a San Marco Argentano, perché su Castrovillari non attivate.
Questa disorganizzazione è stata evidenziata oggi nella riunione dei capigruppo del comune di Castrovillari dal Consigliere di FDI Giancarlo Lamensa, su sollecitazione del responsabile sanità di fratelli d’Italia Gianfranco Milanese e della Consigliera Comunale di FDI Anna De Gaio. Il capogruppo di fratelli d’Italia Lamensa ha chiesto una convocazione straordinaria del consiglio comunale. La conferenza dei capigruppo ha unanimemente convenuto sulla convocazione di un consiglio comunale ad hoc per il giorno 9 novembre, con unico punto all’ordine del giorno “l’emergenza sanitaria”. L’istituzione delle strutture USCA (unità speciali di continuità assistenziale) e il loro reale funzionamento, rappresentano una priorità assoluta, onde evitare potenziali tragedie ed aggravi sul sistema sanitario, già in situazione di ordinaria precarietà.
Il partito di Fratelli d’Italia, insieme agli alleati di centroDestra, si è già dichiarato pronto a denunciare eventuali responsabilità se persisterà questa disorganizzazione, onde difendere la salute del cittadino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *