30 Novembre 2020

Popolo della famiglia: La città di CASTROVILLARI deve ritornare ad essere punto di riferimento

Dopo il Congresso nazionale, il Popolo della Famiglia si riorganizzerà a livello territoriale. Questo è quanto emerso dalla riunione del Coordinamento regionale, svoltosi sotto la presidenza di Eraldo Rizzuti, con la presenza dei Coordinatori provinciali, di Cosenza, Vincenzo Chiaramonte e, di Reggio Calabria, Achille Cilea. Saranno, pertanto, ricostituiti gli Organismi provinciali, nell’immediatezza , onde essere pronti per la nuova, imprevista, sfida elettorale che vedrà impegnato il Partito alle prossime elezioni regionali. Il Coordinamento, infatti, ha deliberato che il Popolo della Famiglia sarà presente con le proprie liste nelle tre circoscrizioni calabresi, riservandosi di valutare eventuali alleanze dopo avere esaminato i futuri risvolti politici regionali che, allo stato, non sono ben chiari e definiti. Il Popolo della Famiglia si presenterà all’elettorato calabrese orgoglioso della sua identità di Partito di Centro, laico, interclassista, di ispirazione cristiana e ben radicato nei Valori non negoziabili della Dottrina sociale e del Popolarismo democratico. Consapevole delle importanti problematiche che dovrà affrontare il prossimo Consiglio e la Giunta regionali, pretenderà di sedersi al tavolo delle future trattative politiche esigendo pari dignità con le altre Forze politiche alle quali, fin da ora, chiede autonomia di scelte rispetto ai Partiti nazionali. I candidati alla Presidenza della Giunta, dunque, non dovranno essere appannaggio delle Segreterie nazionali ma frutto di condivisione, di partecipazione, di concertazione, soprattutto a livello locale! Il Coordinamento raccomanda, infine, un particolare e maggiore coinvolgimento del Partito nella vita politica ed amministrativa della Città di Castrovillari, prima sede del Partito in Calabria, dove alcuni suoi candidati si sono messi in evidenza nelle passate elezioni comunali e con la prospettiva futura di un’autorevole candidatura regionale. La Città del Pollino deve ritornare ad essere un punto di riferimento nella Zona e la Politica deve riappropriarsi del suo ruolo di governo, di proposta, di sviluppo, di Cultura,che, durante la trascorsa campagna elettorale, è risultato alquanto appannato, essendo stata data la stura ad argomentazioni peregrine, estemporanee, talora capziose e violente, estranee, comunque, alla tradizione politica castrovillarese.

IL PORTAVOCE PROVINCIALE Prof. Giovanni DONATO

IL COORDINATORE REGIONALE Prof. Eraldo RIZZUTI

Castrovillari, lì 23/10/2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *