28 Ottobre 2020

Maria Saladino: prima delle mie ambizioni, il bene della mia Città.

Prima delle mie ambizioni, il bene della mia Città.

Questo è il motto che sta guidando me e la mia associazione in questa delicata fase per la nostra Castrovillari.
Questa è la mia affettuosa risposta verso le tante cittadine ed i tanti cittadini che in questi giorni mi stanno chiedendo, tramite ogni mezzo, diretto o virtuale, sulla mia partecipazione a disegnare la prospettiva d’avvenire castrovillarese.
In questa fase un mio eventuale passo in avanti, nelle forme che la democrazia interna prevede, per candidarmi alla guida della Città, avrebbe lacerato insanabilmente il partito Democratico a livello locale, e, giuro a tutti i miei concittadini, non sarebbe stata né opportuna, né responsabile.
Ringraziando e non deludendo, con l’affetto e la lealtà di sempre, i miei concittadini che vedono in me una risorsa che è stata capace di accendere i riflettori nazionali ed europei su Castrovillari. Intuisco che, grazie a questa nostra scelta fatta per il bene della comunità, proprio le diverse anime, quelle innovative e quelle conservatrici del PD, unite in un unico PD locale in coalizione imprescindibile con un unico campo progressista, diventino la molla e la leva per non consegnare la Città alla destra populista.
Piazza Dem, Circolo Nazionale On-line del Partito Democratico, chiama il mio PD ed i Progressisti alla resistenza democratica e si offre quale Casa e Piazza della Unità dei Progressisti che con questo mio appello chiamo alla raccolta politica.
Grazie a questa posizione, la città guidata da oltre 8 anni dal PD e da Mimmo Lo Polito, non cederà alla dirompenza del vento di destra pronto a ripercorrere il decennio che ci ha regalato il dissesto finanziario e non solo.
Naturalmente al Partito Democratico locale abbiamo ribadito che la linea del Segretario Nazionale non può essere disattesa a Castrovillari, pena la assunzione della enorme responsabilità di consegnare la Città alla destra.
Nella mia Città occorre mettere insieme, in un unico campo democratico vasto, tutte le culture progressiste recependo le teorie e le filosofie che possono cambiare il volto della Città, finora impossibilitati per il dissesto finanziario e, perché no, a mio parere, anche per la varietà di culture politiche differenti che hanno composto la attuale maggioranza programmatica.
Lo dico alla Città, tutto ciò è possibile con un nuovo governo Lo Polito, se innovato nella composizione, negli entusiasmi, nella capacità di legarsi alle opportunità nazionali, nell’arte politica di disegnare un progetto di ruolo da attuare partendo dalle luci della attuale traccia programmatica.
Guardiamo cosa sta avvenendo, i personalismi prevalgono, il bene della Città è solo un abito bello da indossare al di là della taglia, pochi stanno discutendo delle cose da fare, tutti, o quasi, si stanno barcamenando per calare l’asso, ai tavoli di appartenenza per calcolo fatto, del candidato Sindaco, al momento opportuno, coscienti anche che questa azione, in tutti gli schieramenti, farà cadere l’asino nelle coalizioni in formazione, isolando o dividendo, difficilmente unendo.
Fateci caso sono tutti frenati dal chi sarà il Sindaco, siamo ormai ad un mese dalla presentazione delle liste e delle piattaforme programmatiche per non dire ad un passo dalla fame per la maggioranza della comunità e strategie e teorie la fanno da padrone, non si discute di altro.
Noi no, perché siamo consapevoli, che poco importa oggi a Castrovillari ed ai Castrovillaresi, chi prevarrà negli schieramenti, la gente non Sopporta più questa solita sceneggiata, non è questo l’argomento sulle tavole delle famiglie, che non riescono a sbarcare il lunario, oggi occorre confrontarsi tra le coalizioni e tra le liste su chi ha maggiori capacità di proporre, ed, attenzione, e di attuare soluzioni, per salvare la Città dall’irrefrenabile discesa sociale dovuta al Covid-19, ancora non sconfitto sanitariamente ma soprattutto vivo e deleterio socialmente.
A tutte le rappresentanze Progressiste, va detto e va chiesto con determinazione e lealtà, uniamoci in coalizione per dare ruolo alla Città ed alle sue peculiarità, questo è l’unico modo per battere la destra, dipenderà da come riusciremo a metterci insieme, se il prossimo Governo cittadino, a guida Lo Polito, sarà ciò che merita la Città.

Roma, 18 luglio 2020

Maria Saladino
Membro Assemblea Nazionale Partito Democratico
Presidente Nazionale Piazza Dem

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *