25 Ottobre 2020

LAINO BORGO RICEVE LA VISITA DI NINO SPIRLI’ 

Il vice presidente della Regione Calabria insieme al consigliere Pietro Molinaro è stato accolto dal Sindaco, Mariangelina Russo. 

Valorizzare e promuovere in un’ottica di nuove strategie turistiche i borghi della Calabria, custodi di storia, identità e tradizioni, stimolando proposte e progetti che vengono direttamente dai territori. E’ la volontà di Nino Spirlì, vice presidente della Regione Calabria con delega alla cultura, che ieri in compagnia del consigliere regionale Pietro Molinaro, è stato in visita a Laino Borgo. 

La Calabria che punta alla identità e peculiarità delle aree interne come asse strategico di rilancio turistico è una delle scelte che il vice presidente ha illustrato nel corso della visita istituzionale apprezzando il patrimonio naturalistico, storico e religioso custodito nel comune del Pollino. 

Il vice presidente Spirlì nel confronto con gli amministratori locali, guidati dal Sindaco Mariangelina Russo, ha manifestato l’intenzione di voler trovare una strategia per consolidare il brand dei “borghi di Calabria” puntando sulla valorizzazione delle comunità che hanno i requisiti per essere definiti tali. 

Accompagnato dal primo cittadino di Laino Borgo e dai membri della giunta ha apprezzato i ritrovamenti archeologici degli scavi effettuati in località S. Gada di Laino Borgo, si è soffermato ad ammirare la bellezza della Chiesa Madre dal 2012 ancora non riaperta del tutto al suo antico splendore, ed ha raggiunto il Santuario delle Cappelle non nascondendo il suo stupore per la caratteristica delle Cappelline che ripropongono i luoghi santi di Gerusalemme. 

Nel corso della sua prima visita ufficiale a Laino Borgo ha avuto modo di complimentarsi con il sindaco Russo per l’ambiente naturale che circonda l’abitato in particolare puntando l’attenzione sul fiume Lao, meta di tanti appassionati del rafting che proprio in questi primi giorni di caldo sono ritornati a effettuare le discese in gommone lungo uno dei canyon più belli d’Europa accompagnati dalle guide esperte che su quel tratto di fiume hanno costruito attività imprenditoriali legate al turismo ecosostenibile. 

«Siamo stati molti onorati di aver accolto nel nostro borgo il vice presidente Spirlì ed il consigliere Molinaro, espressione tangibile della vicinanza della Regione Calabria al territorio del Pollino e alla nostra comunità. Ripartire dai borghi e dalla loro valenza in chiave turistico esperienziale è la strategia che stiamo portando avanti come amministrazione fin dal nostro insediamento e sapere che anche la Regione guardi all’entroterra come valore aggiunto per una strategia complessiva di rilancio della Calabria ci rincuora e ci spinge a fare sempre più rete per garantire una sinergia tra i territori ed il governo regionale».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *