23 Ottobre 2020

MORMANNO: L’AMMINISTRAZIONE INIZIA LA CONSEGNA DELLE MASCHERINE ALLA POPOLAZIONE

29 APRILE 2020

Non bisogna abbassare la guardia, ora più che mai. I dispositivi individuali di protezione diventano compagni della quotidianità. 

Duemila mascherine da consegnare alla popolazione. Le prime di una lunga serie di dispositivi di protezione individuale che l’Amministrazione comunale di Mormanno offre in dono alla cittadinanza come segno tangibile dell’estremo bisogno di «non abbassare la guardia proprio ora che inizia la fase 2, quella più delicata della convivenza con il Coronavirus». In queste ore e nei prossimi giorni, grazie alla fattiva collaborazione con la Protezione Civile di Mormanno ed il supporto dei giovani del Servizio Civile, verranno consegnati ai cittadini per «diventare compagni della quotidianità» – spiega il Sindaco, Giuseppe Regina. Per uscire, entrare in un esercizio commerciale, ma anche per far visita ai propri familiari (cosa possibile dal 4 maggio in poi) bisognerà indossare le mascherine come strumento di tutela e prevenzione per se stessi e gli altri. «Per questo motivo – aggiunge il primo cittadino – abbiamo scelto come amministrazione di acquistarle e donarle ai nostri concittadini per l’effettiva necessità che in ogni famiglia non possono e non devono mancare».  «Continuare con le buone pratiche di distanziamento sociale e attenzione responsabilità verso la comunità, già espressa in maniera egregia dai nostri concittadini – ha continuato Regina – è la forma migliore per dimostrare quanto si tenga al proprio comune, alla propria gente, al rilancio sociale ed economico che tutti ci attendiamo in tempi risoluti. Ma per sperare in un prossimo ritorno alla normalità dobbiamo continuare ad essere attenti, ad evitare la diffusione del contagio, e per questo le mascherine saranno fondamentali».L’amministrazione comunale di Mormanno fin dal primo Dpcm aveva fornito ai commercianti che potevano rimanere aperti con le loro attività mascherine e gel igienizzanti. Pratica che è continuata anche nei confronti degli altri esercizi commerciali autorizzati nella seconda parte della prima fase emergenziale.

Avi Communication Vincenzo Alvaro 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *